Crediamo che per affrontare e risolvere con successo gli enormi problemi dell’umanità.

DOBBIAMO COMPRENDERE LA MENTE

Il Centro di Ricerca Contemplativa offre un accesso innovativo ed a lungo termine alla

TECNOLOGIA CONTEMPLATIVA NECESSARIA PER STUDIARE LA COSCIENZA

Coltivare una comprensione sempre più profonda della mente e della coscienza

AIUTA A CAPIRE COME GUARIRE NOI STESSI E IL MONDO CHE CI CIRCONDA.

Benvenuti nel Centro di Ricerca Contemplativa.

Una rete globale e all’avanguardia di osservatori di ricerca che forniscono l’ambiente ideale sia ai contemplativi dediti ad esplorare la natura e le potenzialità della coscienza in prima persona sia agli scienziati, affinchè questa collaborazione permetta lo sviluppo di misurazioni rigorose per una nuova ricerca sulla natura della mente.

Lavorando in modo collaborativo attraverso l’interfaccia della religione, della scienza e della filosofia, cerchiamo di catalizzare una rivoluzione nelle scienze della mente e di nutrire un rinascimento all’interno delle grandi tradizioni contemplative del mondo, in modo che insieme si possa scoprire le vere cause di un benessere sostenibile, fondato sulla nonviolenza e sulla compassione.

Center for Contemplative Research

Con il sostegno di scienziati lungimiranti, colleghi, amici e migliaia di studenti, il dottor Alan Wallace ha fondato il Centro per la Ricerca Contemplativa con un obiettivo di vasta portata: esplorare a fondo la natura della coscienza, le sue molteplici dimensioni, le sue origini e cosa succede alla morte.

Center for Contemplative Research

Modellato sul Progetto Shamatha, uno dei più completi studi scientifici sulla meditazione fino ad oggi, il Centro per la Ricerca Contemplativa offre opportunità senza precedenti per studi longitudinali in collaborazione con contemplativi impegnati in anni di formazione continua a tempo pieno.

Center for Contemplative Research

Insieme, mettiamo in discussione i paradigmi dominanti del mondo moderno e cerchiamo di catalizzare un cambiamento fondamentale della nostra visione della “bella vita”, della nostra stessa idea di fioritura umana: riconoscere che la soddisfazione, l’appagamento, e la felicità che cerchiamo devono essere coltivati dall’interno.

His Holiness the Dalai Lama and Alan Wallace
“Sono molto felice che il Centro per la Ricerca Contemplativa offra l’opportunità di una formazione mentale rigorosa e di una ricerca collaborativa da parte di praticanti contemplativi e scienziati. Insieme cercano di esplorare le fonti interne del conflitto mentale e del malessere, le radici del benessere genuino e le origini, la natura e le potenzialità della mente”.

Sua Santità il Dalai Lama

B. Alan Wallace, PhD

Fondatore e Presidente del Centro per la Ricerca Contemplativa

 

Video: Esplorare la mente. Guarire il mondo.
Utilizzare i sottotitoli codificati per la traduzione.

Esplorare la mente.

Meditatori impegnati a tempo pieno ricevono continue istruzioni su antiche tecniche per la coltivazione di un equilibrio mentale eccezionale e praticano in ritiro solitario per diversi mesi o anni. Nel corso dei loro ritiri, si incontrano periodicamente con i loro insegnanti, tra di loro, e con scienziati di diverse discipline, riferendo le loro scoperte in prima persona e fornendo agli scienziati l’opportunità di raccogliere dati in terza persona.

Meditator in long-term retreat at Miyo Samten Ling

Contemplativi Altamente Addestrati

  • Si dedicano alla pratica del ritiro a tempo pieno, allenando contemporaneamente il cuore e la mente.
  • Realizzano intuizioni sulla natura delle loro menti: le caratteristiche che definiscono la coscienza stessa.
  • Finito il ritiro applicano queste intuizioni a questioni pratiche in diversi campi come la salute mentale, l’educazione, le arti, la leadership globale, l’etica, la giustizia razziale e l’attivismo ambientale.
  • Effettuano una potente trasformazione a livello individuale e nel mondo.
Contemplative Research Observator at The Center for Contemplative Research

Scienziati Multidisciplinari

  • Conducono ricerche rigorose e innovative e pubblicano i loro risultati.
  • Catalizzano un cambiamento di paradigma negli approcci scientifici a ciò che è ampiamente considerato un mistero: la coscienza stessa.
  • Espandono la portata della ricerca scientifica, trascendendo i vincoli ideologici e metodologici del riduzionismo materialista.
  • Collaborano con i contemplativi per realizzare scoperte che trasformino fondamentalmente il modo in cui vediamo e abitiamo il nostro mondo.
Students of Alan Wallace

Membri Della Nostra Comunità Globale

  • Sostengono e favoriscono la crescita dei contemplativi durante il ritiro.
  • Lavorano con passione per sviluppare nuovi e rivoluzionari indirizzi nell’educazione, nelle arti, nel lavoro sociale, negli affari, nella medicina, nel governo e nel rinnovamento ambientale.
  • Studiano e praticano gli insegnamenti essenziali delle grandi tradizioni contemplative.
  • Sostengono la costruzione e lo sviluppo di nuovi Centri per la Ricerca Contemplativa in tutto il mondo.
  • Fanno volontariato in molte aree dell’organizzazione no-profit del CCR.

Guarire Il Mondo.

Vediamo e auspichiamo un futuro guidato da un’indagine collaborativa, interculturale e interdisciplinare.

Dove scienziati e contemplativi lavorino insieme nel rispetto reciproco per sondare la natura e le potenzialità della mente.

E per cercare di scoprire e implementare le cause sostenibili del benessere personale e sociale, rispondendo così alle sfide senza precedenti poste di fronte all’umanità e al nostro ambiente al giorno d’oggi.

I Quattro Aspetti del Centro per la Ricerca Contemplativa

Contemplative Science and Contemplative Technology diagram

Scienza & Tecnologia Contemplativa

La Scienza Contemplativa è una disciplina di indagine soggettiva in prima persona sulla natura della mente e sul suo ruolo in natura, che utilizza metodi per sviluppare un’attenzione raffinata, la consapevolezza e l’introspezione con lo scopo di osservare direttamente gli stati di coscienza e le funzioni mentali nella loro relazione con il corpo e il mondo fisico in generale.

Il Fondatore e Presidente del CCR, B. Alan Wallace, parla di Scienza Contemplativa e Tecnologia Contemplativa.

Alan Wallace

Gli Osservatori di Ricerca

Gli Osservatori di Ricerca Contemplativa sono luoghi dove meditatori professionalmente formati possono fare scoperte replicabili, in collaborazione con scienziati di diverse discipline. I meditatori affinano gli strumenti della tecnologia contemplativa attraverso decine di migliaia di ore di pratica effettuate sia di giorno che di notte in un ambiente favorevole.

Jodie Lea, partecipante al ritiro, parla del lavoro interno presso gli Osservatori di Ricerca.

Jodie Leah

Applicazioni Contemplative

Le Applicazioni Contemplative includono l’insegnamento di metodi per coltivare un’eccezionale salute mentale, resilienza, creatività e contentezza. Riconoscendo la differenza tra il piacere edonico e il benessere genuino, condividiamo la consapevolezza che il benessere genuino si fondi sulla condotta etica, e segua gli antichi ideali di non violenza e compassione.

Doug Veenhof, insegnante residente presso il CCR, parla delle applicazioni contemplative.

Doug Veenhof

Rinascimento Contemplativo

Rinascimento contemplativo significa promuovere un rinnovamento dell’indagine contemplativa all’interno delle grandi tradizioni religiose del mondo, affinchè sia possibile realizzare il significato ultimo della nostra esistenza. Favorendo il dialogo inter contemplativo basato sull’esperienza e la realizzazione diretta, trascendiamo i confini e otteniamo una nuova visione, riscoprendo così la profondità delle nostre diverse tradizioni.

Il direttore esecutivo e Insegnante Residente del CCR, Eva Natanya, parla del Rinascimento contemplativo.

Eve Natanya CCR
TRASCRIZIONI AUDIO

PROSPETTIVE SULLA SCIENZA E LO STATO DEL MONDO NEL 21° SECOLO

dal Comitato Consultivo Scientifico del CCR e da eminenti scienziati

A person’s mental state affects one’s physical health and general well-being.

Lo stato mentale di una persona influenza la sua salute fisica e il suo benessere generale.

“Ci sono prove schiaccianti che lo stato mentale di una persona influenza la sua salute fisica e il suo benessere generale. Il buddismo presenta un percorso verso la pace interiore e l’illuminazione. Plaudo allo studio di come l’insegnamento, la meditazione e la riflessione del buddismo si confrontano con il cristianesimo, e di come possiamo arruolare la scienza e le metodologie scientifiche per aiutarci a comprendere più profondamente il potere e il potenziale della mente. In particolare, come la nostra coscienza influenza la nostra salute fisica e il resto del nostro mondo profondamente connesso”.

Steven Chu

William R. Kenan, Jr. Professore di fisica, Stanford University, Professore di fisiologia molecolare e cellulare, Stanford University School of Medicine
David Presti, CCR Scientific Advisory Board

…la scienza è in questo momento pronta per una vera e rivoluzionaria espansione in un importante territorio ancora inesplorato.

“Durante gli ultimi secoli, e specialmente negli ultimi cento anni, la scienza è cresciuta a passi da gigante nel campo dei suoi poteri investigativi ed esplicativi. Detto questo, la scienza è in questo momento pronta per una vera espansione rivoluzionaria in un nuovo importante campo: il territorio inesplorato della mente e della coscienza. Una componente essenziale di questa rivoluzione scientifica è lo sviluppo di un quadro rigoroso per una scienza dell’esperienza soggettiva, attingendo alla ricca storia delle tradizioni contemplative quali guide di questo processo. Questa è la missione del Centro per la Ricerca Contemplativa: sostenere l’educazione, la formazione e la ricerca per espandere una scienza della coscienza. Questa ricerca affronta quello che è forse considerato il più grande mistero della scienza contemporanea, e ciò è molto più di un semplice esercizio accademico. Perché il modo in cui vediamo chi siamo e la natura della nostra relazione con ciò che chiamiamo realtà ha un impatto su tutto ciò che pensiamo e facciamo. 

Approfondire la conoscenza della natura della mente, e l’esistenza di un centro in cui realizzare efficacemente questo progetto, è importante ora più che mai”.

David Presti

Professore di neurobiologia, psicologia e scienze cognitive alla UC Berkeley
Claire Petitmengin CCR Scientific Advisory Board

…il CCR offre un ambiente unico per lo sviluppo di una nuova disciplina scientifica…

“Come specialista in “microfenomenologia”, ritengo che il CCR offra un ambiente unico per lo sviluppo di una nuova disciplina scientifica che ci permette di esplorare la microdinamica dell’esperienza umana in modo meticoloso e rigoroso e di evidenziarne le strutture essenziali. La mancanza di consapevolezza di queste strutture è stata, dal nostro punto di vista, la radice di enormi problemi di cui soffre attualmente la nostra società, in particolare in campo ecologico, educativo e medico. Riconoscerle costituirebbe un passo decisivo per alleviare tali sofferenze.”

Claire Petitmengin

Professoressa Emerita all'Institut Mines-Téléco e membro dell'Archivio Husserl, École Normale Supérieure, Parigi
Piet Hut CCR Scientific Advisory Board

Una condivisione globale di metodologie.

“Un’opportunità per la scienza e la contemplazione di imparare l’una dall’altra, di stabilire comunità, lavorando con mente aperta a nuove idee e alla critica, e a una condivisione globale di metodologie”.

Piet Hut

Professore di Astrofisica e Studi Interdisciplinari, Istituto di Studi Avanzati dell'Università di Princeton
Michel Bitbol CCR Scientific Advisory Board

Può giocare un ruolo decisivo in una rivoluzione della scienza della mente.

“Il Center for Contemplative Research, come progettato da Alan Wallace, può giocare un ruolo decisivo in una rivoluzione della scienza della mente. La piena conversione del nostro approccio al difficile problema della coscienza è quindi condizionata da un radicale cambiamento di atteggiamento e forse anche di orientamento della civiltà. Ma un tale cambiamento epocale di atteggiamento può avvenire solo se si coltiva sistematicamente un metodo non convenzionale di indagine della mente e della coscienza, per conoscenza piuttosto che per distanziamento. Ecco perché appoggio pienamente la creazione di questo centro, e sarò lieto di partecipare alle sue attività”.

Michel Bitbol

Direttore di ricerca del Centro Nazionale della Ricerca Scientifica

…portandoci oltre la tolleranza verso una coesistenza più armoniosa grazie alla compassione vissuta.

“La scienza è limitata alla tecnologia disponibile in un dato momento storico. D’altra parte, la capacità di esplorare le nostre esperienze interne è limitata al tempo che possiamo dedicarvi, alla guida di insegnanti esperti, alle distrazioni e alla nostra motivazione a conoscere la natura della nostra mente. E grazie ad una migliore comprensione della natura della nostra mente e di come funziona, forse possiamo capire gli altri da una prospettiva globale, portandoci oltre la tolleranza verso una coesistenza più armoniosa grazie alla compassione vissuta. Essere in grado di utilizzare la tecnologia disponibile, specialmente nelle neuroscienze e nella scienza dei dati, con l’esperienza di meditatori a lungo termine è la mia motivazione per entrare a far parte del comitato consultivo scientifico del Centro per la Ricerca Contemplativa”.

Elisa H. Kozasa

Professoressa e Neuroscienziata, Istituto del Cervello dell'Ospedale Israelita Albert Einstein, Brasile

La teoria dei quanti è uno strumento specificamente adattato alla condizione umana.

“… lo sviluppo tecnico del QBism dimostra che con ogni misurazione quantistica, qualcosa di indelebilmente in prima persona si aggiunge alla realtà. Ma cosa precisamente? Diccelo con lo stesso rigore tecnico della meccanica quantistica stessa! Può essere che ciò aumenti di fatto il valore complessivo dell’universo? Che cosa significherebbe? Ciò che mi attrae di più nel Centro per la Ricerca Contemplativa è che attraverso le tecniche che propone, sia possibile trovare un modo per rispondere a queste domande. Uno dei temi caratteristici del QBism è che la teoria quantistica è uno strumento specificamente adattato alla condizione umana – agenti decisionali che cercano di fare del loro meglio per sopravvivere e prosperare in questo fantastico mondo. Ma questo significa che gran parte della struttura della teoria quantistica può derivare da dettagli sia interni che esterni. Solo scrutando all’interno, con questa problematica come punto focale dell’indagine, si può iniziare a capire il significato più profondo di ciò che la misurazione quantistica aggiunge al mondo”.

Christopher Fuchs

Vincitore del Premio Internazionale di Comunicazione Quantistica 2010, Professore di Fisica, Università del Massachusetts, Boston

La coscienza rimane uno dei misteri centrali della scienza moderna.

“La natura della coscienza umana rimane uno dei misteri centrali della scienza moderna. Anche se sono stati fatti molti progressi per chiarire alcuni degli aspetti più operativi della coscienza, siamo ancora lontani dal capire come e se il cervello genera il nostro senso di sé. È chiaro che dobbiamo mantenere una mente aperta, sondando diversi modi di conoscere come potenziali vie per espandere la nostra conoscenza. Il Centro per la Ricerca Contemplativa è ancorato a un solido approccio epistemico, ispirato e guidato da secoli di profonda esperienza meditativa. Sono sicuro che aprirà nuove e inaspettate porte verso una nuova comprensione della nostra vera essenza umana”. Foto di : Eli Burakian

Marcelo Gleiser

Fisico teorico e direttore dell'Istituto per l'impegno interdisciplinare al Dartmouth College

…chiaramente posizionato per arricchire le scienze cliniche e cognitive con la saggezza delle tradizioni contemplative del mondo.

“Il Centro per la Ricerca Contemplativa è chiaramente posizionato per arricchire le scienze cliniche e cognitive con la saggezza delle tradizioni contemplative del mondo – tradizioni che sottolineano sia la consapevolezza che la compassione come elementi essenziali della guarigione e del benessere genuino. La mia speranza è che il centro aiuterà a creare una nuova generazione di scienziati-praticanti che studieranno la mente usando non solo i metodi in terza persona della scienza ma anche i metodi in prima persona dell’indagine contemplativa. È particolarmente incoraggiante che il modello operativo del CCR possa essere facilmente ampliato per creare una rete internazionale di tali centri, ognuno dei quali può collaborare con gli scienziati e le tradizioni contemplative del suo ambiente immediato. Appoggio pienamente il lancio di questo centro iniziale in Colorado e sarò felice di vederlo fiorire”.

Shauna L. Shapiro

Professoressa di psicologia, Università di Santa Clara

ENTRA A FAR PARTE DEL PERCORSO STORICO E COLLABORATIVO DEL CCR

Diventa un contemplativo professionista.

PER SAPERNE DI PIU’

Invia Una Proposta
Di Ricerca.

INVIA

Scarica la nostra
brochure.

SCARICA

Supporta la nostra missione
per guarire il mondo.

Donazioni